TRINITÀ & BAMBINO IN 10 BATTUTE MEMORABILI

Facebooktwittermail

Una slitta trainata da un cavallo, una montagna di fagioli divorati. Gli abiti bucati e impregnati della polvere del deserto, le mani sudicie ma velocissime con la pistola. Vi basteranno questi pochi indizi, perché possiate scorgere i volti di Trinità e Bambino, la più bella coppia interpretata dalla premiata ditta Terence Hill – Bud Spencer.
All’inizio degli anni Settanta lo spaghetti-western viene invaso da un’ondata di comicità grazie a Lo chiamavano Trinità… (1970) e …Continuavano a chiamarlo Trinità (1971), il dittico di E. B. Clucher alias Enzo Barboni che racconta le vicende di due fratelli pistoleri nel Far West, tra botta e risposta esilaranti e divertenti scazzottate.
Dopo quarantacinque anni, i passaggi televisivi di queste due pellicole fanno registrare ancora ascolti notevoli, segno di un amore intramontabile da parte del pubblico. E tra i fan dei film c’è anche un certo Quentin Tarantino che, per il finale del suo Django Unchained (2012), ha rispolverato il tema musicale di Franco Micalizzi e ha fatto montare il cavallo a Jamie Foxx come Trinità.
Ecco, di seguito, 10 battute da questi due cult che molti di voi ricorderanno a memoria.

Una vita onesta
Bambino a Trinità: “Ma perché non ti dai alla vita onesta? Torna a New Orleans dalla mamma, portale un paio di ragazze e mettiti in affari con lei!”.

Non offendete la mamma
Trinità: “Quando ha detto che nostra madre è una vecchia bagascia…”.
Bambino: “Ma è la verità!”.
Trinità: “Sì, ma non è vecchia!”.

Il Signore sia con voi
Tobia: “Salve, fratelli!”.
Bambino: “Salve!” [poi rivolgendosi a Trinità] “Glielo hai detto tu che siamo fratelli?”.
Trinità: “Io? E chi lo conosce?”.
Tobia: “È il Signore che vi manda da noi”.
Bambino: “No, passavamo di qui per caso”.

Il Maggiore di troppo
Maggiore [riferendosi al solitario che sta giocando, dopo che Trinità ha spostato una carta]: “Qui c’è un fante di troppo”.
Trinità: “No, qui c’è un maggiore di troppo…”.

Consigli sulle donne
Trinità: “Se avessi visto gli occhi di quelle ragazze… sembravano due cerbiatte impaurite…”.
Bambino: “Due cerbiatte impaurite… magari saranno state due bagasce in cerca di clienti!”.

Una discussione accesa
Bambino: “Scusate, non è che avreste delle munizioni? Ho avuto una lunga discussione e sono rimasto senza argomenti”.

Fuorilegge generosi
Moglie del contadino: “Se tutti gli uomini fossero generosi come voi!”.
Bambino: “Vi fareste rapinare dalla mattina ala sera!”.

Sul lavoro non si guarda in faccia a nessuno
Fuorilegge: “Carogna, deruberesti tuo padre!”.
Bambino: “E perché no?”.

Hai mai visto il Diavolo?
Trinità: “Su avanti confessate: perché picchiate i Peones?”.
Frate: “Non siamo noi che li picchiamo… è Lucifero! Già, Lucifero in persona!”.
Trinità: “Lo conosci?”.
Bambino: “Mai sentito nominare, dev’essere un professionista dell’Est”.
Trinità: “Va bene, se questo Lucifero si fa rivedere ditegli di andare al Diavolo”.

Non abbiamo bisogno di nessuno
Frate: “Che il Signore vi accompagni”.
Bambino: “No, andiamo da soli!”.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Amarcord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.