THE BATMAN. RECENSIONE

Facebooktwittermail

Bruce Wayne (Robert Pattinson) è diventato Batman da due anni ma, nonostante il suo assiduo contributo, Gotham City pullula più che mai di malviventi. A destabilizzare ulteriormente la città ci pensa il sanguinoso intrigo innescato da uno psicopatico noto come l’Enigmista (Paul Dano), che porterà Batman sulle tracce del boss Carmine Falcone (John Turturro), del criminale Pinguino (Colin Farrell) e dell’affascinante Selina Kyle alias Catwoman (Zoë Kravitz).

Le avventure cinematografiche di Batman ripartono da zero con un’opera-fiume cupa, introspettiva e intrisa di realismo, chiaramente debitrice della trilogia nolaniana de Il cavaliere oscuro, eppure capace di trovare una sua cifra stilistica e di donare qualche nuova sfumatura all’uomo sotto la maschera da pipistrello.
Pallore vampiresco e aria da rockstar stropicciata, il Bruce Wayne plasmato dal regista Matt Reeves e dal protagonista Robert Pattinson è un giovane alienato alla ricerca di se stesso, tanto forte e risoluto nei panni di Batman, quanto malinconico e depresso nella sfera privata. Una scena memorabile nella parte iniziale del racconto ne lascia carpire appieno l’anima: quando si fa largo tra un folto gruppo di poliziotti che lo guardano di sbieco sulle struggenti note di Something in the Way dei Nirvana, Bruce è l’emblema della solitudine. Una solitudine che attraversa la spina dorsale del film, ed è finemente sottolineata dall’onnipresenza della figura dell’orfano (non solo Bruce, ma anche Selina, il figlio del sindaco e l’Enigmista hanno perso uno o entrambi i genitori).
Condito di momenti action ben diretti ed eccellente sotto l’aspetto tecnico (il sonoro, in particolare, è da urlo), The Batman è un thriller-noir avvincente e assai inquietante, soprattutto per il ritratto che emerge di Gotham City. Una metropoli opprimente e lasciva con poco giorno e tantissima notte, in cui piove quasi sempre, e che sembra riallacciarsi alla città vista nelle battute conclusive del Joker di Todd Phillips: talmente incontrollabile, pericolosa e feroce da ergersi a vero nemico numero uno di Batman.
Luci ed ombre, invece, per quanto riguarda il cast di contorno. Poco incisivi l’Alfred di Andy Serkis e il Gordon di Jeffrey Wright, molto meglio tutti gli altri, specialmente l’Enigmista di Paul Dano che, dopo aver trascorso tre quarti di film con il volto coperto, infiamma il movimentato atto finale.

Voto: 3,5/5

The Batman, USA, 2022. Regia: Matt Reeves. Interpreti: Robert Pattinson, Zoë Kravitz, Paul Dano, Jeffrey Wright, Peter Sarsgaard, John Turturro, Andy Serkis, Colin Farrell. Durata: 2h e 55’.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.