ROBERT DE NIRO: UNA LEGGENDA IN 10 BATTUTE

Facebooktwittermail

Tra i molti primati che hanno contribuito a rendere Robert De Niro una delle più grandi leggende della settima arte, c’è quello di aver pronunciato tantissime battute entrate nella storia del cinema. Frasi dette ad un figlio, alla donna amata o davanti a uno specchio. Frasi capaci di commuoverci, di spaventarci o di farci ridere di gusto. Frasi in cui ci siamo riconosciuti e che abbiamo fatto nostre.
Ecco, di seguito, una selezione di 10 battute celebri dai suoi film.

1. Parlando allo specchio
“Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi, con chi stai parlando? Dici a me? Eh, non ci sono che io qui. Di’, ma con chi credi di parlare tu?” (Taxi Driver).

2. Una vita di rimpianti
– “Che hai fatto in tutti questi anni, Noodles?”
– “Sono andato a letto presto” (C’era una volta in America).

3. Consigli ad un figlio (parte 1)
“Ricorda che la cosa più triste nella vita è il talento sprecato. Puoi avere tutto il talento del mondo, ma se non fai la cosa giusta, non succede niente” (Bronx).

4. Oltraggio al pubblico ufficiale
“Sei solo chiacchiere e distintivo!” (Gli intoccabili).

5. La forza dell’amore
“Nessuno t’amerà mai come ti ho amato io. C’erano momenti disperati che non ne potevo più e allora pensavo a te e mi dicevo: «Deborah esiste, è là fuori, esiste!». E con quello superavo tutto. Capisci ora cosa sei per me?” (C’era una volta in America).

6. I modi di fare le cose
“Ci sono tre modi di fare le cose qui: il modo giusto, il modo sbagliato e il modo in cui le faccio io” (Casinò).

7. L’offerta irrinunciabile
“Ci faccio un’offerta che lui non può rifiutare, non può” (Il padrino – Parte II).

8. Mania di solitudine
“La solitudine mi ha perseguitato per tutta la vita, dappertutto. Nei bar, in macchina, per la strada, nei negozi, dappertutto. Non c’è scampo: sono nato per essere solo” (Taxi Driver)

9. La mamma è sempre la mamma
“Come tutti quanti sono cresciuto per merito, in gran parte, di mia madre. Se mia madre fosse qui stasera, le direi: ehi mamma, che cosa ci fai qui? Sei morta da nove anni!” (Re per una notte).

10. Consigli ad un figlio (parte 2)
“Ma ti dico che devi dar retta ai segnali. Quando la vita ti manda un momento come questo è un peccato se non l’afferri. Ti dico, è un peccato se tu non l’afferri. Ti perseguiterà sempre, come una maledizione. Hai una grande sfida da affrontare e proprio adesso in questo momento, proprio qui. Quella ragazza ti ama, ti ama davvero. Mi raccomando, non fare puttanate” (Il lato positivo).

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.