MADRE! RECENSIONE

Facebooktwittermail

Un poeta in crisi creativa (Javier Bardem) vive con la giovane e bellissima consorte (Jennifer Lawrence) in una casa isolata. Mentre lui cerca di ritrovare l’ispirazione, lei si dedica con tutta se stessa al marito e all’abitazione, che ha rimesso in sesto con le sue mani dopo che un incendio l’aveva quasi distrutta. L’idillio, però, viene infranto nel momento in cui accolgono in casa due sconosciuti (Ed Harris e Michelle Pfeiffer), i primi di una lunga serie di ospiti inattesi…
Quando l’ottavo film diretto da Darren Aronofsky prende il via, la mente corre subito a Roman Polanski e a quel capolavoro che è Rosemary’s Baby: il marito artista (in quel caso si trattava di un attore), la giovane sposina, il desiderio di avere un figlio, gli intrusi che interrompono la quiete e alterano gli equilibri. Quel geniaccio di Aronofsky, in realtà, sta mirando ancora più in alto e quello che vediamo nella prima parte è solo un misterioso incipit che ci introduce a qualcosa di estremamente ambizioso, ovvero un racconto allegorico infarcito di riferimenti biblici (si parte dalla Creazione fino a giungere a scenari apocalittici) e metafore che alludono a piaghe del mondo contemporaneo (in primis il martirio a cui è sottoposta Madre Natura). Il problema è che il regista di The Wrestler e Il cigno nero, tutto preso dalla costruzione della “Bibbia secondo Aronofsky”, si dimentica di dare un’anima al film. Imperniato su una sceneggiatura sgangherata caratterizzata da dialoghi piuttosto deboli, madre! punta tutto sulla forza dell’immagine, il simbolismo e il montaggio frenetico, ma finisce per non funzionare né come horror psicologico, né come opera allegorica. Il debordante delirio ad occhi aperti messo in scena non instilla riflessioni, la tensione si spegne ben presto e le emozioni latitano. La protagonista Jennifer Lawrence annega nello tsunami aronofskyano come tutte le altre star del film (Javier Bardem, in particolare, appare decisamente fuori ruolo) e così, alla fine, resta solo lo sconcerto e l’amaro in bocca per aver assistito a una clamorosa occasione sprecata.

Voto: 2/5

madre! (mother!), USA, 2017. Regia: Darren Aronofsky. Interpreti: Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Ed Harris, Michelle Pfeiffer. Durata: 2h e 1’.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.