LACCI: IL FILM DI DANIELE LUCHETTI APRIRÀ VENEZIA 77

Facebooktwittermail

Sarà Lacci di Daniele Luchetti ad aprire la 77esima Mostra del Cinema di Venezia, in programma dal 2 al 12 settembre 2020. Erano undici anni che un film italiano non inaugurava la kermesse, come sottolineato dal direttore Alberto Barbera, chiamato quest’anno all’arduo compito di dare vita alla Mostra in un momento di grande difficoltà per il cinema.
“Con Lacci sono onorato di aprire le danze del primo grande festival di un tempo imprevisto”, ha dichiarato Luchetti, che per il suo nuovo lungometraggio ha avuto a disposizione un cast di prim’ordine, in cui figurano Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini e Linda Caridi.
Lacci – che sarà presentato fuori concorso – è tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone ed è un giallo sui sentimenti, una storia di lealtà ed infedeltà, di rancore e vergogna. Al centro della narrazione ci sono Aldo e Vanda, il cui matrimonio entra in crisi nella Napoli degli anni ’80, quando Aldo si innamora della giovane Lidia.
“Quando ho letto per la prima volta Lacci – ha raccontato Luchetti nelle note di regia – ho trovato domande che mi riguardavano e personaggi nei quali era difficile non identificarsi. Attraverso una storia familiare che dura trent’anni, due generazioni, legami che somigliano più al filo spinato che a lacci amorosi, si esce con una domanda: hai permesso alla tua vita di farsi governare dall’amore? Lacci è un film sulle forze segrete che ci legano. Non è solo l’amore ad unire le persone, ma anche ciò che resta quando l’amore non c’è più. Si può stare assieme per rancore, nella vergogna, nel disonore, nel folle tentativo di tener fede alla parola data. Lacci racconta i danni che l’amore causa quando ci fa improvvisamente cambiare strada e quelli – peggiori – di quando smette di accompagnarci”.

Foto: Gianni Fiorito

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Prossimamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.