LA SECONDA GIOVINEZZA DI MICHAEL CAINE

Facebooktwittermail

“Per 50 anni non ho ricevuto un premio europeo, e poi due nella stessa sera: cosa sta succedendo?”. È con il proverbiale humour britannico che l’ottantaduenne Michael Caine ha accolto la clamorosa doppietta agli European Film Awards 2015. L’attore londinese, oltre al premio onorario alla carriera, si è portato a casa anche il riconoscimento come miglior attore europeo dell’anno per la sua interpretazione in Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino, l’altro trionfatore della serata (il regista napoletano si è aggiudicato i premi per il miglior film e la miglior regia).
A differenza della stragrande maggioranza dei suoi colleghi, in quest’ultima fase della carriera Caine sta vivendo davvero una seconda giovinezza artistica. Nel suo ultimo ottimo decennio, hanno sicuramente pesato molto le notevoli interpretazioni in ben sei film di Christopher Nolan (la trilogia de Il Cavaliere Oscuro, The Prestige, Inception, Interstellar), che lo hanno riportato in auge facendolo conoscere anche ai più giovani appassionati di cinema. Poi, ecco la magnifica ed intensa performance da protagonista nell’ultima opera di Sorrentino: il suo Fred Ballinger è un personaggio destinato a restare nell’immaginario non solo dei fan del regista de La grande bellezza.
E chissà che le sorprese non siano ancora finite: il mese prossimo saranno annunciate le nomination all’Oscar e Sir Michael con questo premio ha sempre avuto un gran feeling (6 nomination e 2 statuette vinte).

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.