JOAQUIN PHOENIX: “BLOCKBUSTER? È MEGLIO SE NON PARTECIPO”

Facebooktwittermail

Joaquin Phoenix, uno dei più grandi attori in circolazione, attraverso le sue scelte ha legato indissolubilmente il suo nome al cinema d’autore americano. Qualche volta l’abbiamo anche visto in pellicole di grande successo commerciale, come Il gladiatore (2000) e Signs (2002), ma mai in un cinecomic o in film fantascientifici d’azione dal budget spropositato.
Nel corso di un’intervista rilasciata a Time Out London, Joaquin ha affrontato l’argomento spiegando il perché della sua rinuncia.

“Quando ero più giovane ero probabilmente più snob per quel che concerne l’accettare ruoli nei blockbuster. Ma ora sono migliorati, ho flirtato con diversi di loro, ho avuto meeting, sono stato a un passo dall’accettare delle parti, ma alla fine non mi sono mai sembrati del tutto soddisfacenti. Troppe richieste che andavano contro il mio istinto per un personaggio. […] Non mi è mai capitato d’incontrare un regista che, nel mezzo della lettura della sceneggiatura, mi abbia detto: «Sai cosa? Al diavolo questo passaggio spettacolare, concentriamoci sul personaggio». È una cosa che capisco, sia chiaro, ma è meglio se non partecipo”.

Phoenix ha poi aggiunto:

“Mi diverto a guardare quei film. Hai visto i reboot di Star Trek? Quel ragazzo che interpreta Kirk, Chris Pine, è un fottuto genio. È solo che io non so se voglio partecipare a una roba del genere. Il più delle volte mi ritrovo a leggere queste sceneggiature che, al 75%, sono descrizioni di asteroidi che viaggiano nello spazio”.

Non c’è che dire, complimenti per la coerenza. E speriamo che resti sempre così.

Fonte: timeout

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.