I 10 SINTOMI DELL’OSSESSIONE PULP FICTION

Facebooktwittermail

Vent’anni fa usciva il secondo film di Quentin Tarantino e da quel momento il cinema non è stato più lo stesso. Il 1994 oggi è una sorta di anno zero: in determinate discussioni cinefile si dice “Prima di Pulp Fiction” o “Dopo Pulp Fiction”.
Il montaggio a puzzle, i dialoghi surreali, il look cool dei protagonisti, il giochino delle citazioni shakerati dal diabolico Quentin con il surf, il funk, il blues e il rock and roll ci hanno cambiato la vita per sempre. Tra il serio e il faceto, ecco dieci sintomi che possono rivelare la vostra ossessione per Pulp Fiction.

1. Il twist di Mia e Vincent. Alzi la mano chi tra i tarantinati, in discoteca o durante una festa danzante, non ha provato questo ballo portandosi a ritmo regolare indice e medio sugli occhi come Mia e Vincent.

2. La valigetta di Marcellus. Ogni volta che vedete una ventiquattrore scura pensate subito alla misteriosa valigetta. E il rompicapo ricomincia: dentro c’era l’anima di Marcellus? C’erano i diamanti della rapina delle Iene? Ecc., ecc.

3. Ezechiele 25, 17. Sei un tarantinato cattolico praticante? Se a messa tra le letture c’è il profeta Ezechiele, la voce di Jules inizierà a rimbombarti nella testa e non seguirai più la celebrazione.

4. L’orologio di famiglia. Se per caso avete ereditato un orologio di famiglia, ne ingigantirete il valore per essere come il pugile Butch.

5. La siringa. Ti appresti a fare la prima puntura della tua vita a qualcuno: non importa se si tratta di un semplice antidolorifico, ti esalterai come fossi Vincent Vega con l’iniezione di adrenalina.

6. Il monte dei pegni. Dopo Pulp Fiction, nessun tarantinato entrerà mai in un monte dei pegni: troppo il timore del ricordo dei sadomaso che hanno seviziato Marcellus.

7. Voce del verbo incipriare. Ogni tarantinata che usa questo verbo si sente un po’ Mia Wallace. Ma attenzione: anche pronunciandolo innocentemente, può generare equivoci…

8. Il cheeseburger. Se andate in Francia non potete evitare la soddisfazione di ordinarne uno come ha fatto Vincent, chiamandolo Royale.

9. Lavare l’automobile. Quando decidete di lavare la vostra automobile da soli, ci mettete più volontà dopo aver visto Vincent e Jules alle prese con la pulizia del loro veicolo in seguito al massacro del povero Marvin.

10. Mr. Wolf. Nel momento in cui tirate fuori dai guai un amico vi sentite come il borioso Signor Wolf, il risolutore di problemi.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Amarcord

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.