GLI ANNI ’30, HOLLYWOOD E LE PENE D’AMORE: CAFÉ SOCIETY DI WOODY ALLEN

Facebooktwittermail

“L’amore non ricambiato uccide più gente in un anno della tubercolosi”. Con il suo nuovo film, Cafè Society, l’ottantenne Woody Allen ritorna su uno dei suoi argomenti preferiti, il mal d’amore, e lo fa con una storia ambientata nella Hollywood degli anni Trenta. Il protagonista è Bobby, un giovane ebreo del Bronx, che si trasferisce a Los Angeles per cercare fortuna nel mondo del cinema, contando sull’aiuto di suo zio Phil, potente agente di alcune star hollywoodiane. Bobby viene così travolto dall’atmosfera pimpante e affascinante della Café Society, ma soprattutto perde la testa per Vonnie, attraente segretaria dello zio. Che, però, non può ricambiare…
Café Society, che ha ricevuto un’ottima accoglienza all’ultimo Festival di Cannes, ha come protagonisti Jesse Eisenberg, Kristen Stewart, Steve Carell e Blake Lively. Da segnalare, inoltre, la prima collaborazione di Allen con il leggendario direttore della fotografia Vittorio Storaro, vincitore dell’Oscar per Apocalypse Now (1979), Reds (1981) e L’ultimo imperatore (1987).
Appuntamento, dunque, al prossimo 29 settembre, quando l’ultima fatica di Woody approderà nelle nostre sale. Intanto potete gustarvi il primo trailer italiano.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Prossimamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.