CLAMOROSO: BIRDMAN AVEVA UN FINALE ALTERNATIVO CON JOHNNY DEPP!

Facebooktwittermail

Negli ultimi tempi non si parla d’altro che di Birdman. A pochi giorni dall’uscita nelle sale italiane, il numero di estimatori del film di Alejandro González Iñárritu continua a crescere in maniera vertiginosa, mentre i sondaggi lo danno in ascesa nella strada verso gli Oscar. A mettere ancora più carne sul fuoco ci ha pensato il cosceneggiatore Alex Dinelaris, che ha rivelato l’esistenza di un finale alternativo progettato in fase di stesura dello script.
Ecco la descrizione fatta da Dinelaris (attenzione CONTIENE SPOILER):

“L’altro finale a cui avevamo pensato era satirico. Lui si spara sul palco, la cinepresa inquadra il pubblico e la standing ovation – continuando a girare, come Chivo [Emmanuel Lubezki] e Alejandro hanno fatto per tutto il film – con una transizione in un altro momento sul palco in cui James Lipton o Charlie Rose e Michael [Keaton] sono seduti a leggere le recensioni. «Oddio, la critica ti esalta», e Michael risponde: «Già».
Quindi la cinepresa si sarebbe mossa, come successo in tutto il film, attraverso il backstage e i corridoi che abbiamo imparato conoscere, e saremmo finiti in un camerino con Johnny Depp intento a osservarsi nello specchio e a indossare la parrucca di Riggan Thompson con il poster di Pirati dei Caraibi 5 sullo sfondo. Poi avremmo sentito la voce di Jack Sparrow dire: «Come ci siamo ridotti così, amico?». La satira sarebbe stata rendersi conto del circolo vizioso di tutto questo”.

Un finale non meno affascinante di quello ammirato in sala, ma che non poteva essere girato, come ha spiegato lo stesso Dinelaris: “Non siamo riusciti a ottenere Johnny Depp e neanche il poster”.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.