CINEMA IN LUTTO, È MORTO KIM KI-DUK

Facebooktwittermail

Questo disgraziato 2020 sembra volersi chiudere nel peggiore dei modi. Kim Ki-duk, regista di film di culto come Ferro 3 – La casa vuota e Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera, si è spento nella notte all’età di 59 anni, a causa di complicazioni legate al Covid-19. Ad annunciarlo è il sito lettone Delfi.lt.
Il maestro sudcoreano si trovava infatti in Lettonia, dove era giunto lo scorso 20 novembre probabilmente con l’intenzione di acquistare una casa nei pressi della località marittima di Jurmala.
Amatissimo da critici e cinefili, è stato spesso in concorso con le sue opere alla Mostra del Cinema di Venezia, arrivando a conquistare nel 2012 l’ambito Leone d’oro grazie al film Pietà.
Tra le altre sue pellicole celebri ricordiamo anche L’isola, La samaritana (Orso d’argento a Berlino 2004) L’arco e il documentario Arirang (vincitore del premio per il miglior film della sezione Un Certain Regard a Cannes 2011).
Il prossimo 20 dicembre avrebbe spento sessanta candeline.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.