ADDIO A JEAN-PAUL BELMONDO, MITO DEL CINEMA FRANCESE

Facebooktwittermail

Il mondo della settima arte dice addio a Jean-Paul Belmondo, mito del cinema francese e icona della Nouvelle Vague. L’affascinante interprete di pellicole indimenticabili come Fino all’ultimo respiro, Borsalino e Il Clan dei marsigliesi si è spento serenamente all’età di 88 anni, nella sua casa di Parigi.
Nato a Neuilly-sur-Seine nel 1933 da genitori italiani (padre piemontese e madre siciliana), calcò a più riprese – e con successo – anche i nostri set. Tra i film più importanti che lo videro protagonista nel Bel Paese, ricordiamo La ciociara di Vittorio De Sica e La viaccia di Mauro Bolognini.
L’ultima apparizione sul grande schermo risaliva al 2008 (Un uomo e il suo cane).
Nel 2011 aveva ricevuto la Palma d’oro alla carriera a Cannes e nel 2016 il Leone d’oro alla carriera a Venezia: due riconoscimenti che la dicono lunga su quanto Belmondo, con il suo volto unico e caratteristico, abbia marchiato a fuoco l’immaginario cinefilo, non solo transalpino.

Facebooktwittermail

Categorie Post:
Contenuti Speciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.