banner

VENEZIA 75: ROBERTO ANDÒ RACCONTA UNA STORIA SENZA NOME

una-storia-senza-nome

La notte tra il 17 e il 18 ottobre 1969, due uomini si introdussero nell’Oratorio di San Lorenzo a Palermo e sottrassero dall’edificio sacro la Natività del Caravaggio, per poi fuggire via indisturbati a bordo di un’Ape. Col passare del tempo, anche grazie alle testimonianze di alcuni pentiti di mafia, il furto della preziosa tela – mai più ritrovata – fu attribuito a Cosa Nostra.
Attorno a questo clamoroso mistero all’italiana, il regista e sceneggiatore Roberto Andò (Viva la libertà, Le confessioni) ha costruito il suo nuovo film, Una storia senza nome, che sarà presentato fuori concorso alla 75esima Mostra del Cinema di Venezia (29 agosto-8 settembre 2018).
Al centro del racconto c’è Valeria (Micaela Ramazzotti), ghostwriter di un famoso sceneggiatore (Alessandro Gassmann), che vive appartata insieme all’eccentrica madre (Laura Morante). Un giorno, la donna riceve un insolito regalo da uno sconosciuto (Renato Carpentieri): la trama di un film. Ma quel plot è assai pericoloso, perché contiene rivelazioni sul furto della Natività del Caravaggio.
Una storia senza nome – di cui potete vedere il trailer qui sotto – arriverà nelle sale il prossimo 20 settembre, distribuito da 01 Distribution.


Categoria Articolo:
Prossimamente

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title